ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Ricevi gli ultimi aggiornamenti dal mondo Pictet!

Megatrend

Dati e prevenzione: ecco come sarà la sanità nel 2044

Luglio 2021

Tra poco più di vent’anni, contro l’invecchiamento della popolazione e l’aumento delle malattie croniche si useranno i dati sanitari dei cittadini per giocare d’anticipo.

L'articolo fa parte della rubrica Welcome to 2044 e deriva da un’analisi di scenario futuro realizzata dal Copenhagen Institute for Futures Studies. Per i sottoscrittori della nostra newsletter, è possibile scaricare l’intero documento originale (in inglese).

 

 

Prima ancora della cura, l’assistenza sanitaria pubblica entro il 2044 si focalizzerà sempre più sulla prevenzione precoce. E per farlo, la sfida si giocherà tutta sulla corretta gestione dei dati sanitari dei cittadini. Sarà questo il metodo vincente con cui saranno affrontate sfide epocali come l’invecchiamento della popolazione, l’aumento delle malattie croniche e dei pazienti con comorbidità multiple, che potrebbero fa impennare la spesa sanitaria.

L'evoluzione della sanità

I budget sanitari dei governi potrebbero essere sempre più suddivisi tra i costi di cura e i costi di prevenzione. E il processo decisionale della programmazione sanitaria si baserà sempre più sulla gestione, analisi e interpretazione dei dati sanitari dei cittadini.

 

In molti casi, questo consentirà di intervenire prima che vengano rilevati i sintomi e diagnosticate le patologie, puntando sul benessere generale degli individui. Il che, di conseguenza, comporterà una riduzione delle malattie e una migliore qualità della vita, con un abbattimento dei costi sanitari.

La distinzione tra pubblico e privato

Gli attori tecnologici hanno fatto ingresso nel settore sanitario sin dal 2020. Ma se inizialmente la contaminazione è vista da alcuni con scetticismo – poiché gli interessi del sistema sanitario come bene pubblico e gli interessi degli attori tecnologici appaiono in contrasto tra loro – questo scoglio potrebbe essere presto superato.

Nel tempo, infatti, la distinzione tra pubblico e privato potrebbe essere oltrepassata dal cambiamento delle priorità. I cittadini e il personale sanitario chiederanno soprattutto efficienza e risultati, indipendentemente dalla struttura di governance. E già dal 2030 si potrebbe assistere a un aumento dei partenariati pubblico-privato.

La gestione dei dati nella sanità del 2044

I dati saranno al centro di questa nuova concezione e gestione della sanità. Nel 2044, gli operatori sanitari potrebbero avere accesso ai dati dei pazienti grazie a un accordo globale su standard e requisiti per l’interoperabilità sia nel settore pubblico che in quello privato. Le banche dati saranno incrociate e questo sviluppo potrebbe essere affidato a un soggetto terzo che assicurerà la manutenzione dell’infrastruttura e il continuo aggiornamento e miglioramento di standard e protocolli.

L’obiettivo sarà la trasparenza e la tracciabilità dei dati, oltre il diritto degli individui di decidere sull’uso consapevole dei propri dati in contesti diversi. I dati infatti non saranno più divisi tra ricerca, sanità e stili di vita, ma assemblati e integrati in uno stesso sistema che attinge alle informazioni biologiche della persona e le collega a una sorta di “fenotipo digitale”.

Ogni cittadino però dovrà essere messo nelle condizioni di decidere da chi vengono gestiti e per quale finalità vengono utilizzati i propri dati. Cosicché in un sistema integrato e ben gestito, ogni utente che scaricherà una app di conteggio delle calorie degli alimenti assunti o di quelle bruciate in palestra o che indosserà uno smartwatch, deciderà anche quali dati verranno condivisi con il sistema sanitario. In alcuni casi, la condivisione potrebbe essere obbligatoria. In altri sarà l’utente a decidere in cambio di benefici sanitari o sconti sui servizi.

 

E c’è da scommettere che in molti lo faranno. L’aumento dell’aspettativa di vita, il miglioramento della qualità della vita e la riduzione della spesa sanitaria saranno il risultato del progressivo passaggio dalla cura alla prevenzione, consentendo un intervento precoce e un’assistenza sanitaria personalizzata e sempre più conveniente. Per l’individuo e la collettività.

 

 

Non perdere le prossime uscite della rubrica Welcome to 2044 per scoprire come sarà la vita nel futuro.

Scarica